Giuramento per l'acquisto della cittadinanza

La pubblica amministrazione competente a ricevere la richiesta di acquisto della cittadinanza italiana è la Prefettura quale organo periferico del Ministero dell'Interno, che provvede ad istruire la pratica per poi trasmettere la documentazione al Ministero stesso il quale, accertati i requisiti previsti dalla legge, propone al Presidente della Repubblica l'emissione del relativo decreto di concessione della cittadinanza italiana o provvede direttamente nel caso di richiesta da parte di coniuge di cittadino italiano.

Il decreto, da ritirarsi presso la Prefettura, dovrà essere consegnato dall'interessato all'Ufficio cittadinanza del Comune che fisserà l'appuntamento per la prestazione del giuramento di fedeltà alla Repubblica.

Nel giorno fissato, l'interessato si deve presentare per rendere il giuramento dinanzi all'Ufficiale dello Stato Civile che provvederà all'iscrizione del relativo processo verbale e alla trascrizione del Decreto di concessione.
L'acquisto della cittadinanza decorre dal giorno successivo alla prestazione del giuramento.


INFORMAZIONI

Normativa di riferimento: - Legge 5.2.1992 n. 91;
- D.P.R. n. 396 del 3/11/2000 Regolamento per la revisione e la semplificazione dell'Ordinamento dello Stato Civile.

Requisiti richiesti: Essere residenti nel comune.

Documenti da presentare: Decreto di concessione della cittadinanza italiana (Nel contempo la Prefettura deve far pervenire l'attestazione di avvenuta notifica).

Termini per la presentazione dei documenti: 180 giorni dalla notifica del decreto.

Ufficio di competenza: Ufficio Stato Civile

 

Responsabile Unità Operativa: p.i. Gianfranco Mauri
Responsabile dell'Ufficio: dr. Adriana Iaconcig
Operatori addetti: rag. Cristina Pilloni - Gabriella Rodante

Tel.: 0432.710214