GIANNI BORTA - la natura selvaggia di gianni borta

orari apertura:   

 lunedì, giovedì e venerdì dalle 15.30 alle 19

 sabato e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 19

 

 

  INAUGURAZIONE

venerdì 25 novembre alle ore 18.30

 con la presentazione del critico d'arte Enzo Santese

 

 

Gianni Borta ritorna ad esporre a Cividale del Friuli presso la Chiesa di Santa Maria dei Battuti a distanza di dodici anni. La mostra organizzata dall' Assessorato alla cultura del Comune di Cividale presenta “La natura selvaggia di Gianni Borta” , il seguito della grande rassegna recentemente presentata presso la ex Chiesa di san Francesco a Udine in occasione dei 55 anni di attività artistica del Maestro friulano. Saranno esposti oli su tela, incisioni e mosaici: opere in gran parte ispirate ai viaggi in Oriente e dipinte en plein air. Le esperienze all’estero hanno arricchito e reso sempre più maturo, se non il repertorio espressionista-astratto che si mantiene inalterato, certamente il linguaggio sempre più profondamente attento agli umori della contemporaneità.

Da non dimenticare che nel 1971 Gianni Borta, non ancora trentenne, vinceva il concorso nazionale per la realizzazione dell'opera d'arte del nuovo municipio di Cividale del Friuli. “I Longobardi “ un grande mosaico che fa tuttora bella mostra di sé nell'antisala degli uffici del sindaco.

 

 

NOTE SULL'ARTISTA

 

Gianni Borta è nato e vive a Udine. Oggi è uno dei più signifi cativi artisti italiani della generazione di mezzo con 870 mostre e conseguendo 260 affermazioni tra premi nazionali e internazionali, in 55 anni di pittura. È considerato un protagonista di quella che è ormai conosciuta come arte naturalistica, per un dipingere straordinario e unico. Presente nelle più importanti rassegne artistiche: Biennali, Trivenete, Quadriennale Nazionale di Roma, Suzzara, Arte Fiera di Bologna, Expo Levante a Bari, Kunstemesse 1979 a Basilea, Fiera di Wash - Art Fair Washington (USA), 15° Biennale di grafi ca a Lubiana (SLO), “Kurnst aus Italien” (dal futurismo alla Transavanguardia) a Munchen, I° Grand Prix Alpe Adria, Galleria Tivoli a Lubiana, Fiera Internazionale di Francoforte, Fiera D’Arte di Padova, Vicenza, Bologna, Parma, Bari, Genova, Reggio Emilia, Firenze, Brescia, Tuyap Istanbul, Art Fair Makkunsy Wien 96, International Print Triennal Krakow Poland-Cracovia, Europ’Art Genève-Ginevra, Art-Cannes, Art Philadelphia, Arteexpo New York. Ha tenuto 175 personali nelle maggiori città italiane e all’estero, (Milano, Genova, Roma, Bologna, Verona, Venezia, Firenze, Trieste, Padova, Torino, Bruxelles, New York, Londra, Parigi, Caracas, Monaco di Baviera, Rosenheim, Heidelberg, Shanghai, Grenoble, Lione, Amsterdam, Basilea, Solingen, Praga, Istanbul, Vienna, San Pietroburgo, Pechino, Colonia). In campo Internazionale mostre in Austria, Slovenia, Croazia, Svizzera, Australia, Belgio, Venezuela, Argentina, Emirati Arabi, Olanda, Ungheria, Repubblica ceca, Turchia, Spagna, Svezia, Cina, Russia, Finlandia, ecc. Sue opere in Musei, Enti e Istituti Pubblici. Dedicate alla sua opera trasmissioni televisive. Numerose opere d’arte realizzate in edifi ci pubblici; mosaici in scuole, case circondariali, ospedali, impianti sportivi e giudiziari, monumenti, municipi e tribunali. Numerose presenze in laboratori di ricerca internazionali e relatore in convegni culturali. Notevole attività anche come grafi co, disegnatore, illustratore di libri, manifesti e riviste. Autore di libri e relatore in scuole e in convegni d’arte, anche alla Biennale di Venezia nell’ottobre del 1976, presso la sala Cargnelutti, Isola di San Giorgio nei quadri di Documentazione aperta.

Dal 1976 al 1996 Segretario Nazionale della Federazione Italiana degli Artisti (FIDA) a Roma. La sua attività è documentata presso l’archivio per l’Arte Italiana del Novecento a Firenze “Kunsthistorisches institut in Florenz”, l’Archivio Storico della Biennale di Veneziae su Artprice leader mondiale dell’informazione artistica. Per la sua intensa attività artistica e i temi trattati è visto come un caposcuola.

 

Gallery