"Quando sarà il vostro turno, dite sì al vaccino": il forte appello del Consiglio Comunale di Cividale del Friuli

Sindaco, vicesindaco, consiglieri di tutti gli schieramenti politici uniti a sostegno della campagna vaccinale contro il Covid

Maggioranza e opposizione in consiglio comunale uniti per invitare la cittadinanza ad aderire alla vaccinazione contro il Covid.
Succede a Cividale del Friuli (Udine) dove sindaco, vicesindaco e consiglieri di tutti gli schieramenti politici si sono dati appuntamento stamani per lanciare un appello:
“Quando sarà il vostro turno dite sì al vaccino”.
Un richiamo forte, trasversale, inequivocabile, che i promotori auspicano possa essere replicato da altre amministrazioni comunali in Friuli-Venezia Giulia e in tutta Italia, perché “riassume il valore della trasversalità e della responsabilità di chi ha l’onore e l’onere di rappresentare la cittadinanza”.

“L’avvio della campagna vaccinale è un’iniezione di speranza nel corpo sofferente di un Paese e del mondo intero. Ancora oggi si registrano tanti, troppo ricoveri e lutti. A lasciarci soprattutto le persone più fragili: e, come per ogni vaccino, è proprio pensando a loro che dobbiamo compiere questo gesto di responsabilità: proteggere noi stessi significa interrompere questa luttuosa catena e quindi proteggere anche gli altri”, si legge nella nota congiunta siglata da tutti gli aderenti all’appello.
“Il vaccino è l’arma più potente per sconfiggere definitivamente questo nemico invisibile e pericoloso. Vacciniamoci quindi non perché è un obbligo di legge, ma perché è un dovere morale nei confronti degli altri, in particolare dei più fragili”, prosegue la nota.

All’iniziativa di sensibilizzazione, lanciata dal vicesindaco Roberto Novelli, hanno aderito il sindaco Daniela Bernardi, Fabio Antonio Manzini, Angela Zappulla, Giuseppe Ruolo, Catia Brinis, Emanuela Gorgone, Davide Cantarutti, Giorgia Carlig, Stefano Coceano, Alberto Contento, Rita Cozzi, Alberto Diacoli, Elena Domenis, Flavio Pesante, Elia Miani, Lara Tosolini, Marino Sodde, Luigi Martinis, Manlio Boccolini, Bruno Roiatti.